Associazione Ministranti L’abbraccio del Sacro Cuore a Mons. Tamburrino

cool hit counter

Notice
  • UE - Direttiva e-Privacy

    Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni con fini statistici. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo. In mancanza di accettazione alcune funzioni potrebbero non funzionare correttamente.

Angolo del Parroco

Login

Registrati.

L’abbraccio del Sacro Cuore a Mons. Tamburrino PDF Stampa E-mail
Scritto da Benito Bruno   
Sabato 20 Dicembre 2014 19:43
Questo articolo è stato letto: 863 volte

La comunità parrocchiale del TamburrinoSacro Cuore ha voluto vivere un momento di saluto con l’arcivescovo, stringendosi attorno all’altare per pregare e ringraziare il Signore del dono della Sua presenza e apostolato.

Un pastore che ancora una volta non ha fatto mancare la sua vicinanza alla nostra comunità alla quale è particolarmente legato, come del resto ha fatto in questi undici anni di ministero apostolico nella nostra arcidiocesi di Foggia – Bovino.

Un tempo molto intenso, nel quale giorno dopo giorno, è riuscito a conoscere, apprezzare, amare e farsi amare dalla nostra diocesi.

Un vescovo che è stato segno visibile e presente di Dio per la nostra comunità, che ha servito e collaborato con la nostra parrocchia, con umiltà e semplicità. Insieme alla nostra comunità e all’interno della diocesi ha continuato a promuovere l’oratorio come luogo e proposta educativa.

Ha guidato in maniera zelante ed apostolica per ben undici anni una realtà molto complessa, nonostante le innumerevoli difficoltà dovute soprattutto alla povertà, sia economica che spirituale, dilagante nella nostra città.

Ci è stato vicino in molti momenti, come ad esempio l’8 dicembre 2004 giorno in cui è stata posata la prima pietra del nostro oratorio, l’accoglienza storica dell’urna di don Bosco, ha fatto persino diventare la nostra chiesa cattedrale per una notte, la notte di Natale!

Egli ha voluto scommettere sulla nostra realtà affidando ai giovani, ai laici e religiosi ruoli di responsabilità, come ad esempio la cura e la guida della vita consacrata, la consulta delle aggregazioni laicali, il servizio all’altare nelle celebrazioni solenni all’associazione ministranti.

Anche nella sua ultima parola durante l’omelia di giorno 11 ha continuato a sottolineare due aspetti importantissimi: il primo è stato quello di fare dell’Eucarestia, fare di Cristo il centro propulsore della fede cristiana, il secondo è quello di promuovere, ancora una volta, il volto misericordioso di un Dio che perdona i nostri peccati e continua a volerci bene nonostante le nostre inevitabili mancanze.

Eccellenza Reverendissima, Le siamo grati perché in questi anni non ha mai fatto mancare la Sua preghiera alla nostra comunità e la invitiamo a pregare ancora per i giovani del nostro oratorio!

Noi ci impegneremo, come promesso durante la celebrazione eucaristica, a non far mancare la nostra preghiera per Lei e per il ministero che continua ad operare nella Chiesa.

Grazie di cuore Eccellenza!

 


Share Link: Share Link: Facebook
Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!
Salesiani Foggia
 
Copyright © 2017 Salesiani Foggia. Tutti i diritti riservati.