Associazione Ministranti Affidamento Tarcisiana 2013

cool hit counter

Notice
  • UE - Direttiva e-Privacy

    Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni con fini statistici. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo. In mancanza di accettazione alcune funzioni potrebbero non funzionare correttamente.

Angolo del Parroco

Login

Registrati.

Affidamento Tarcisiana 2013 PDF Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Bruno   
Questo articolo è stato letto: 1479 volte

Affidamento Tarcisiana 2013Carissimi lettori,

con grande gioia vi annunciamo che alle ore 19 di giovedì 7 marzo, nella Cappella dell’Oratorio, quattro ragazzi della scuola media hanno ricevuto la veste tarcisiana. I loro nomi sono: Antonio D’Angelo, Andrea Lops, Manuel Piserchia e Domenico Turi. Questi ragazzi, che settimanalmente si sono incontrati nel loro gruppo di fascia, hanno seguito un percorso finalizzato a questo momento, che finalmente è arrivato!

Il nome tarcisiana deriva da S. Tarcisio, il quale fu sorpreso mentre cercava di portare la Comunione ai carcerati: egli venne sorpreso dai suoi amici che si accorsero del fatto che nascondeva qualcosa di importante. Dopo le percosse che S. Tarcisio ricevette, dalla sua veste bianca uscirono due bande rosse e, quindi, in sua memoria la veste tarcisiana è una veste bianca con due bande rosse verticali.

 

Al rito, che è stato presieduto da d. Antonio Gisonno, erano presenti i parenti dei “tarcisianati” e una buona parte dell’Associazione Ministranti. Dopo aver fatto il segno di croce, il Presidente ha fatto una breve monizione nella quale ha sottolineato l’importanza della ministerialità e del cammino formativo che i ragazzi seguono ma, allo stesso tempo, ha sottolineato l’importanza della partecipazione degli altri ministranti.

L’animatore delle medie, Marco Cappelli, ha letto un passo tratto dal primo libro di Samuele (1 Sam 3, 3b – 10.19), che parla di Samuele, un ragazzo che era stato affidato ad un sacerdote di nome Eli. Questo passo parla della vocazione di Samuele, ma la stessa chiamata che il Signore ha fatto a lui, la fa a tutti noi! Ebbene, questi quattro ragazzi sono stati in grado di rispondere “sì” alla chiamata del Signore, scegliendo questo tipo di servizio.

Successivamente, il celebrante ha letto il Vangelo di Luca (Lc 5, 1-11) e più specificatamente la chiamata, da parte di Gesù, dei suoi primi discepoli; dove Gesù accogliendo il dono di un bambino, che gli offrì cinque pani e due pesci, riuscì a sfamare oltre 5000 persone.

Dopo l’omelia del celebrante, i quattro ragazzi sono stati chiamati per nome e ad ognuno di loro è stata affidata la veste tarcisiana; il rito si è concluso con la recita della preghiera del ministrante e la benedizione finale. Dopo il momento celebrativo, c’è stato un piccolo momento di festa offerto dalle mamme dei quattro ragazzi.

Concludo l’articolo augurando a questi quattro ragazzi che siano in grado di onorare la veste che indossano e che ci possano essere altri ragazzi che decidano anche loro di intraprendere questo cammino. Auguri ragazzi!!!


Share Link: Share Link: Facebook
Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!
Salesiani Foggia
 
Copyright © 2017 Salesiani Foggia. Tutti i diritti riservati.