Oratorio La pioggia non ferma don Bosco

cool hit counter

Notice
  • UE - Direttiva e-Privacy

    Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni con fini statistici. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo. In mancanza di accettazione alcune funzioni potrebbero non funzionare correttamente.

Angolo del Parroco

Login

Registrati.

La pioggia non ferma don Bosco PDF Stampa E-mail
Oratorio
Scritto da Alessandro Corso   
Questo articolo è stato letto: 1161 volte

Don BoscoSi è svolta domenica 3 febbraio 2013, la processione in onore di don Bosco,  il momento conclusivo delle celebrazioni liturgiche di don Bosco, organizzati, come ogni anno, dai salesiani della grande parrocchia-oratorio del Sacro Cuore di Gesù, coadiuvati dai tanti fedeli che ne condividono il carisma.

Don Bosco è il santo dei giovani per eccellenza: è l’esempio e il modello da seguire per chi vuole dare un solido contributo alla crescita e all’educazione dei giovani. Con il suo modo di essere e di operare è riuscito a conquistare il cuore di moltissimi ragazzi abbandonati a se stessi della Torino preindustriale ottocentesca. E per rendere la sua opera duratura nel tempo ha istituito la congregazione dei Salesiani, sacerdoti, suore, religiosi e laici che continuano nel mondo la sua missione seguendo la sua spiritualità, il suo carisma, la sua pedagogia.

Nonostante una pioggia incessante, don Bosco è stato accompagnato con fede lungo le strade della parrocchia, a testimonianza di come la passione educativa per i giovani della comunità parrocchiale affidata al Santo educatore, non conosca limiti e non si fermi di fronte a nessuna difficoltà. La statua e la reliquia del padre e maestro della gioventù, tra canti e preghiere, è passata per le vie del nostro quartiere: Via San Giovanni Bosco, Via Obertj, Via Antonio Mendolicchio, Via Petrucci, Via Federtico Valerio,Via Ruffo, Viale  Candelaro , Viale Candelaro, Piazza Sacro Cuore, tanto bisognoso di un modello di riferimento positivo come don Bosco. Al termine del percorso, l’assemblea dei fedeli con devozione si è incontrata in oratorio, dove ha ricevuto la benedizione e baciato la reliquia del santo dei giovani.

La processione è stato un momento forte, una chiara testimonianza di devozione e appartenenza a don Bosco e ai suoi insegnamenti, i fedeli della parrocchia del Sacro Cuore durante tutto il periodo dei festeggiamenti hanno voluto rendere omaggio a questo grande esempio per la Chiesa organizzando attività culturali,  di gioco per i ragazzi e giovani, e dalle celebrazioni liturgiche con il triduo in onore di don Bosco, curato dai salesiani cooperatori, nel quale sono state approfondite le figure di tre giovani santi salesiani: Domenico Savio, Michele Magone, Francesco Besucco.

Culmine dei festeggiamenti è stata la santa messa solenne, del 31 gennaio, presieduta dal nostro amato Arcivescovo, Mons. Francesco Pio Tamburrino, che con amore e attenzione ha ricordato nella sua omelia l’importanza di don Bosco e del suo carisma per la chiesa e la società ed il grande valore, soprattutto nella nostra città, del suo fondamentale strumento educativo: l’oratorio! Sua Eccellenza ha ringraziato i salesiani di don Bosco ed ai laici salesiani cooperatori, che hanno rinnovato la loro promessa nel giorno dedicato a don Bosco, per l’impegno quotidianamente profuso incoraggiandoli a continuare nella missione a servizio dei giovani soprattutto di quelli più bisognosi, così come desiderato da don Bosco.

La processione e tutti i momenti di festa hanno visto la bella e costante presenza dei giovani dell’oratorio che hanno animato con gioia e allegria ogni istante dedicato a don Bosco.

"Get the Flash Player" "to see this gallery."


Share Link: Share Link: Facebook
Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!
Salesiani Foggia
 
Copyright © 2017 Salesiani Foggia. Tutti i diritti riservati.