Notizie Una comunità in cammino

cool hit counter

Notice
  • UE - Direttiva e-Privacy

    Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni con fini statistici. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo. In mancanza di accettazione alcune funzioni potrebbero non funzionare correttamente.

Angolo del Parroco

Login

Registrati.

Una comunità in cammino PDF Stampa E-mail
Notizie
Scritto da direttore don Gino Cella   
Questo articolo è stato letto: 1168 volte
don Gino CellaCarissimi lettori,
il nuovo anno pastorale è ormai decollato con tutte le sue attività
e percorsi formativi che vedono coinvolte tutte le fasce di età. Il Consiglio della Comunità Educativa Pastorale (che si è ritrovato dal 14 al 16 settembre per la programmazione annuale) a partire dalla verifica dello scorso anno pastorale e stimolato dai contenuti tematici offerti dalla Chiesa (Indizione dell’Anno della Fede), dalla Congregazione Salesiana (Strenna del Rettor Maggiore sulla pedagogia di Don Bosco) e dalla Chiesa Locale (Attenzione alla famiglia), ha scelto di orientare il percorso del nuovo anno pastorale accompagnandosi con il seguente obiettivo: “La CEP approfondendo la pedagogia di don Bosco vive tra i giovani il Vangelo della Gioia, coinvolge le famiglie dell’oratorio per promuovere il valore della famiglia cristiana, si apre al territorio testimoniando la presenza salesiana nella nostra città”.
Quando parliamo di programmazione qualcuno potrebbe pensare che sia qualcosa di arido e forse di inutile, che porta solamente chiacchiere e perdita di tempo…
Volendo prendere a prestito un’immagine dal mondo della
musica vi chiederei: potrebbe funzionare un’orchestra senza
un suo maestro e direttore? Per quanto bravi, i musicisti
andrebbero ognuno per conto proprio con il proprio strumento!
Allo stesso modo una comunità pastorale che non ha
una programmazione che la guidi si mette nella condizione
di disgregarsi e rendere vano il suo “darsi da fare”.
Ed allora credo che siamo a buon punto avendo avviato bene
il nostro cammino annuale! I vari gruppi parrocchiali,
la catechesi di iniziazione cristiana e i gruppi dell’oratorio
hanno intrapreso i loro cammini
seguendo la medesima
rotta e perseguendo lo
stesso obiettivo. Questo
ci dà la certezza, per tornare
all’immagine dell’orchestra,
che nell’esecuzione
del nostro spartito forse ci saranno delle stonature ma non
mancherà l’armonia e la voglia di suonare insieme. Ogni
spartito che si rispetti, inoltre, all’inizio di ogni rigo musicale
pone un simbolo, chiamato “chiave”, che determina la
posizione delle note sul rigo e quindi la relativa altezza dei
suoni. Credo che nello slogan “Oratorio che passione!” (scelto
dagli animatori per dare avvio al nuovo anno oratoriano)
possiamo individuare la “parola-chiave” che deve essere
assunta da ciascun membro della comunità: PASSIONE!!!
La passione che duemila anni fa ha visto l’incarnazione
di Dio in Gesù Cristo che ha portato a tutti la buona notizia
dell’amore misericordioso del Padre.
La passione che due secoli fa ha mosso un prete a prendersi
cura dei giovani e dei ragazzi poveri ed abbandonati della
nascente Torino industriale.
La passione che muove migliaia di uomini e di donne a
mettersi a servizio dei poveri e dei bisognosi frutto dell’egoismo
di pochi.
Ci avviamo a grandi passi a celebrare il Natale. Perché questa
ricorrenza ci aiuti ad appassionarci alle cose che Gesù
ha amato e ci ha indicato come belle e buone da amare, e
perché sull’esempio di Don Bosco sappiamo mettere i giovani
al centro delle nostre cure e delle nostre attenzioni.

Share Link: Share Link: Facebook
Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!
Salesiani Foggia
 
Copyright © 2017 Salesiani Foggia. Tutti i diritti riservati.